DISFORME

carlotta cicci   stefano massari

TERRA FUOCO MANI

progetto fotografico di Carlotta Cicci

Ogni volta che incontro il lavoro delle mani penso che in fondo non è mai morto  quell’uomo che cuoce e plasma un pugno di terra trasformandolo in vaso per raccogliere acqua.

 T

T - TRANSITO

progetto fotografico di Carlotta Cicci

Come se ogni sguardo del mio transitare sia un filo che poi si fonde ai miei luoghi… dando così forma al ritmo e alle direzioni della mia vita.

R

R - ROMA

progetto fotografico di Carlotta Cicci

 

Potrei parlare di Roma donna nobile, semplice, gigante e mai dormiente...

per il resto della mia vita ma continuerei a fallire.

 

M

M - MILANO

progetto fotografico di Carlotta Cicci

Un progetto fotografico che vive interamente di segni umani, casuali e imprevedibili che hanno incrociato il mio infinito camminare... senza manipolazione di tempo e spazio.

 V 

V - VOCI DEL MIO VISO

progetto fotografico di Carlotta Cicci

Da qualche parte è caduto il mio viso / Forse sul banco dei pesci

Tra qualcosa che ricordi l’argento / Un’immagine scomparsa nei percorsi delle mani

Perchè è semplice / Oggi dovrebbe essere soltanto oggi